Slide background
Slide background

Società offshore: costituzione società estere

Cosa significa e perchè andare offshore Ma quali sono i vantaggi? Quale giurisdizione scegliere?

Paradisi fiscali e Società offshore: definizione di società off shore.

Cosa sono le società società offshore e come si fa a costituire una società off shore; si tratta di società che sono costituite in uno stato estero.
È molto comune identificare con le società offshore quelle società che sono registrate in paesi esteri, a volte lontani, e costituite in centri finanziari con regime fiscale contenuto, con procedure burocratiche semplificate, e dove ancora esiste la tutela del segreto bancario intesa come diritto compreso fra i generali diritti alla dignità della propria privacy e della propria riservatezza.

Società offshore significato

Quindi il significato dell’espressione comune di società off-shore è tutto sintetizzato in due principi: la societàoffshore è registrata in un paese estero rispetto a quello di residenza della sua proprietà;
è ragionevole pensare che la decisione di creare società offshore in paesi esteri, molto spesso attraverso società fiduciarie, nasca dall’esigenza di ricercare condizioni ambientali più agevoli e pressione fiscale più contenuta.

Paradisi fiscali

La necessità di ricercare assiduamente, per la sopravvivenza di un’impresa, condizioni amministrative-procedurali semplici e carichi fiscali sostenibili, spiega perché chi decide di aprire società offshore lo fa per esigenze di precisa pianificazione fiscale; le quali esigenze di pianificazione fiscale, ove non soddisfatte, possono costringere a cessare l’impresa. Chi decide di aprire una società offshore lo fa quindi in aree e in giurisdizioni dove il fisco è meno rapace e dove le procedure amministrative favoriscono agevolmente l’operatività delle imprese straniere; per questo motivo tali aree e giurisdizioni che offrono condizioni meno opprimenti vengono considerate “privilegiate“; talché sono spesso definite nelle circolari dall’erario nostro, per esempio, zone, Stati, paesi, entità, a “regime fiscale privilegiato“; e sono più comunemente definitiparadisi fiscali. L’erario italiano, essendo l’Italia in testa alla classifica dei paesiOECD con più elevata oppressione fiscale, cerca di evitare, quando può, l’espressione universalmente compresa di “paradisi fiscali” e preferisce definirli stati a regime fiscale privilegiato in modo da poter includerne in maggior numero nelle proprie liste nere (“black-list“) che sono assolutamente più nutrite rispetto alle black list individuate dall’unico ente incaricato di questo ingrato compito: l’OECD. Ed ecco che, secondo l’erario nostro, le società off shore, e qualunque società anonima in generale, che abbiano sede in uno dei 55 stati indicati in una delle tre mega-liste nere adottate in anni diversi in Italia sono considerate aziende offshore o company offshore.

Costituzione società offshore

Come si diceva sopra, costituire società offshore in “paradisi fiscali” è cosa molto più semplice di quanto ci si potrebbe aspettare essendo abituati a vivere in contesti poco orientati alla facilitazione dell’impresa e dello sviluppo economico.
Le procedure sono semplici, i tempi tecnici ridotti, i costi sono molto contenuti ed è possibile fare tutto per corrispondenza.

(Questo non vale per le società svizzere. Per le società svizzere, per la loro costituzione in territorio svizzero, sono preiste procedure lievemente più articolate rispetto a quelle necessarie per la costituzione di società negli altri “paradisi fiscali”; ma il vero problema delle società svizzere è che richiedono il versamento di un capitale iniziale molto più elevato rispetto alla media e le spese per registrazioni e costituzione di aziendeoffshore incidono molto più pesantemente;
oltre a ciò, molte banche svizzere aprono conti off shore solo per clienti ed operazioni che vanno dal milione di dollari in su).